Thursday, February 09, 2006

DANIMARCA MIN ÅLSKADE

E' che mi dà fastidio, vedere la bandiera danese bruciata, o, peggio ancora, tra le mani di Borghezio - tra l'altro, Borghezio non dovrebbe prendere fuoco all'istante, toccando la bandiera di un Paese socialista, socialistissimo, un Paese, per dio, scandinavo? Un Paese dove Borgheziessen è stato bruciato vivo nel 798 Annus Domini?

Comunque.

Il punto è: son cinque anni che tutti i capi di stato d'Occidente li insultano da capo a piedi, e loro, i mussulmani, dall'Indonesia al Marocco a Los Angeles, se ne sono fottuti.

Pubblicano delle vignette, in Danimarca, in quel Paese minuscolo (ed eppure meraviglioso, meraviglioso perchè socialista, socialistissimo, per dio, scandinavo), e il mondo va in fiamme?

Per di più, quanta gente esiste, in Iraq, capace di parlare danese?

E mi volete dire che la CIA non ha schierato battaglioni, armate, legioni, schiere, eserciti, moltitudini di agenti provocatori?

4 Comments:

Blogger Dante said...

Sei un fottuto teorico del complotto.

12:05 AM  
Blogger Lucifero said...

Un mio vecchio amico dice di me: "Il problema di Andrea è che vede complotti dappertutto. Il problema di tutti gli altri è che, di solito, questi complotti ci sono."

12:11 AM  
Blogger Lu_Sidhe said...

Macchè, non c'è bisogno di essere un genio per capire che questo è solo un riflusso di maccartismo finanziato dagli USA.

6:36 PM  
Anonymous Sub_Habado said...

Quoto Dante.

11:10 PM  

Post a Comment

<< Home