Tuesday, August 22, 2006

Controdisinformazione


Lasciandosi andare come suo tipico modello a populismi da stadio,
durante l'ultimo spettacolo, Beppe Grillo descrive la tecnica
attraverso cui (secondo lui) hanno compiuto i brogli elettorali.

I brogli sarebbero stati effettuati grazie al voto elettronico, voto
che in effetti nella sua fase prevede dei passaggi poco chiari e molto
"manuali". Svelato il trucco, secondo Grillo. In realta`, tutta una
panzana.

Il voto elettronico e` effettivamente scandaloso, rimane pero` il
piccolo particolare (completamente omesso) che il voto elettronico,
per quest'anno, era ESCLUSIVAMENTE una prova, un test.
Non valeva nulla ed i voti elettronici non venivano conteggiati,
valevano (ripeto) esclusivamente, quelli cartacei.

Controdisinformazione.

d.

3 Comments:

Anonymous r00t_SySteM said...

non dimenticare che la "vera musica" nasce dalla tromba, dal flauto, dalla percussione del tamburo,dal pianoforte ,da un violino....
lascia che Grillo suoni la sua tromba... in 50 anni di storia lo stato non ha detto mica sempre la verita'...*_*
amico mio ti saluto

r00t_SySteM

7:30 PM  
Anonymous Sac said...

Tutto giusto, ma i voti elettronici venivano conteggiati e usati come controprova di quelli cartacei. Rimane il fatto che in caso di discordanza gli unici ad avere validità giuridica erano quelli cartacei. L'unica idea che mi viene in mente è che se i voti cartacei fossero stati manomessi, la concordanza con quelli elettronici avrebbe probabilmente evitato qualunque indagine. Così come la discordanza dei voti poteva essere utilizzata dal centrodestra nella infinita polemica sulla validità del risultato elettorale.

12:07 PM  
Anonymous Berry said...

Non so nello specifico se il test del voto elettorale ha impattato tutti i seggi (e non credo), imho anche come test ha fallito :)

Un futuro in cui una select sbagliata(?) rovescera' i risultati?

9:18 AM  

Post a Comment

<< Home